USB Federazione del Sociale Ragusa e casa editrice Sicilia Punto L presentano “La fascia trasformata del ragusano.”

Ragusa -

La casa editrice Sicilia Punto L presenta: "La 'fascia trasformata' del ragusano. Diritti dei lavoratori, migranti, agromafie e salute pubblica" con il coordinamento a cura della Federazione del Sociale USB Ragusa.

Un lavoro collettivo che descrive processi in atto nel ragusano dove, nel silenzio dell’opinione pubblica, lo sfruttamento dei lavoratori migranti e gli interessi delle agromafie hanno portato all’estremo le contraddizioni del territorio, soprattutto per quanto riguarda le condizioni di vita ed i diritti dei lavoratori.

Ringraziamo tutti i relatori ed i partecipanti che hanno dato il loro contributo:

 Michele Mililli - Nota introduttiva.

 Stefania Mazzone - Prefazione "Nomadi, migranti, territorialità: le ragioni, la ricerca, le azioni".

 Pippo Gurrieri - "Serre: una rivoluzione mancata".

 Gianni Petino - "Una prima osservazione geoeconomica della 'fascia trasformata' in Sicilia".

 Carlo Colloca - "La plastificazione dell’ecosistema e del paesaggio".

 Valeria Piro, Giuliana Sanò; "La mobilità come risorsa. Strategie individuali e forme di organizzazione dei lavoratori nella Fascia Costiera Trasformata".

 Michele Mililli - "Un modo nuovo di fare sindacato, un ritorno al passato".

 Sebastiano Cugnata, Alessia Campo - "Una prospettiva di riscatto: il doposcuola tra le dune di Marina di Acate".

 Martina Chessari - "Quei bambini che non fanno rumore".

 Vittoria Lombardo, Sabina Di Raimondo - "Progetto Scuolabus - Una scuola per tutti".

 Emergency - "Una sanità più inclusiva: il progetto di Emergency".

 Valeria Mouren - "Il fenomeno migratorio nel ragusano".

 Veronica Indigeno, Michele Mililli - "Intervista a Bashir A. Samaale".

 Andrea Gentile - "Chiedo asilo sotto serra. Lo sfruttamento dei migranti in accoglienza a Vittoria".

 Silvia Cappello - "Due comunità a confronto".

 Veronica Indigeno - "La 'Umma Islamiyya' Casmenea. Il caso di Comiso".

 Jacopo Anderlini - "Il Mediterraneo come frontiera: il governo delle migrazioni nel ragusano".

 Stefano Gianandrea De Angelis -  Postfazione.

 Foto di Davide Casella, Gerta Human Report.

 Photo editing a cura di Giada Zammitti.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati