San Severo, dopo la festa è l'ora di riprendere le lotte per i diritti dei braccianti

Foggia -

La festa della solidarietà e della fratellanza organizzata dal Coordinamento Lavoratori agricoli USB è stata un momento di socialità e di umanità nell'ex ghetto di Rignano nel comune di San Severo. La festa è stata un'occasione per godere della cucina e della musica africane e ha visto la partecipazione di delegazioni da vari luoghi del Foggiano e della Basilicata, un momento di unione per le migliaia di persone che vivono in condizioni disumane.

Adesso è ora di intraprendere il percorso per ottenere soluzioni abitative e il rispetto delle norme contrattuali, rilanciando la lotta per i diritti sindacali e sociali dei braccianti in una filiera prigioniera delle imposizioni della Grande Distribuzione Organizzata (GDO)
In particolar modo vanno ripresi i punti di emersi nella riunione del 31 luglio con la Regione Puglia: diritto all'abitare e individuazione di soluzioni che diano dignità ai braccianti.
La Confederazione Provinciale USB Foggia e il Coordinamento Lavoratori agricoli USB Foggia ringraziano tutte le persone che hanno partecipato alla festa e rivolgono un appello all'amministrazione comunale di San Severo affinché mantenga li impegni presi sull'iscrizione delle persone nel registro anagrafico dei residenti.

Coordinamento Lavoratori Agricoli USB Foggia

Confederazione Provinciale USB Foggia

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati