Omicidio Soumaila Sacko, confermata la condanna dell’assassino a 22 anni di carcere

Catanzaro -

La Corte d’Assise d’appello di Catanzaro ha confermato la condanna di Antonio Pontoriero a 22 anni di carcere per l’assassinio del nostro compagno Soumaila Sacko, ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 nell’ex Fornace Tranquilla.

La Corte, confermando la sentenza di primo grado, ha accolto la richiesta dell’accusa e quella degli avvocati Arturo Salerni e Mario Angelelli in rappresentanza delle parti civili, i familiari di Soumaila e l’Unione Sindacale di Base.

USB ringrazia l’avvocato Gianmichele Bosco, che ha degnamente sostituito Salerni e Angelelli impegnati in Sud America, e continuerà nel suo impegno affinché sia definitivamente fatta giustizia per Soumaila Sacko, dal momento che la difesa di Pontoriero ha preannunciato ricorso per Cassazione.

Coordinamento Lavoro Agricolo USB

Federazione USB Calabria

Catanzaro 11-2-2022

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati